Un' opera feroce e piena d' amore

In tutti i sensi come l’amore. Poche parole riprese dal titolo di un libro per riassumere l’esperienza di Dopo la battaglia, spettacolo teatrale andato in scena dal 20 al 22 febbraio al Teatro Morlacchi di Perugia.


Vincitore del premio Ubu nel 2011 come miglior spettacolo dell'anno, il tormentato, doloroso, appassionato viaggio tra il cuore e le viscere di Pippo Delbono coinvolge e sconvolge a tal punto da far risultare impossibile assimilare tutti gli input lanciati dal palco. "A volte vedo anche in questo luogo grigio, opprimente, claustrofobico, chiuso, squarci incredibili di luce". In questa frase dell'autore c'è tutto il nucleo dell'opera; dopo il coraggio disumano e quasi suicida di una battaglia, arriva il tempo della resa dei conti, dell'introspezione sofferta.

In fondo all'abisso però un margine di speranza si trova, ed è rappresentata in scena dalla grazia di Marigia Maggipinto, storica danzatrice della compagnia di teatro-danza di Pina Bausch, ricordata affettuosamente da Delbono. La Maggipinto, avvolta da una veste rossa che spicca nel grigiore della scena nuda, è testimonianza sul palco di bellezza raggiante e vitale.

La drammaturgia è cadenzata da arie liriche, assoli di violino (eseguiti dal musicista rumeno Alexander Balanescu), danza e letture dello stesso autore. Un'opera lirica metabolizzata secondo canoni assolutamente post-moderni.

Anche la recitazione ha una sua ritmicità interna, per cui a volte colpisce maggiormente la tragicità del tono di voce piuttosto che il contenuto dei testi anche se notevoli (brani tratti da Artaud, Kafka, Merini, Pasolini ed altri).

Bobo, attore sordo-muto scoperto ed adottato da Pippo Delbono, ha un ruolo centrale sia come interprete che come "musa ispiratrice" dell'opera. Ha vissuto per una vita l'orrore della reclusione dentro un manicomio, finché non si è incontrato con l'attore-regista che in lui ha trovato non solo uno straordinario talento, ma anche una nuova ragione di vita. A Bobo è dedicato infatti l'intero spettacolo.

 

Jessica Fabi

Psicologia


Coming soon