Dal 1° Marzo sarà online il bando e la scheda di iscrizione alla seconda edizione di "San Miniato Movie" - Festival Nazionale del Cortometraggio. Sarà possibile iscriversi fino al 30 Giugno 2018

CULTURA & EVENTI

  • Presentato il La Spezia Short Movie 2018 Open or Close

    Paola Settimini e Daniele CeccariniIl festival La Spezia Short Movie nasce nel 2015 da un’idea di Daniele Ceccarini, regista, e Paola Settimini, autrice, con l’obiettivo di creare un festival che unisca l’aspetto di ricerca a quello dell’attenzione verso i gusti del pubblico, un evento che valorizzi il territorio dando un ruolo attivo all’artista e allo spettatore e creando una sinergia tra cinema, arte e territorio.

    Leggi tutto
  • Un pesce rosso, due lesbiche e un camper Open or Close

    simoniE' il romanzo d'esordio del cantautore Paolo Simoni.
    Una Romagna contemporanea e senza tempo. Un piccolo paese sull’Adriatico che racchiude tutte, o quasi, le declinazioni dell’umanità.

    Leggi tutto
  • Made in Italy torna al cinema Open or Close

    Stefano Accorsi e Kasia Smutniak Foto di Jarno IottiMade in Italy” è una tormentata dichiarazione di amore verso il nostro Paese, raccontata con le parole e la musica di Luciano Ligabue, attraverso lo sguardo di Riko, un uomo onesto alle prese con una vita in cui tutto sembra essere diventato improvvisamente precario: il lavoro, il futuro, i sentimenti.

    Leggi tutto

SAN MINIATO MOVIE

Video in primo piano

Antonio Lamberto Martino 1Panificatore e pasticciere dalla fama nazionale e internazionale, Antonio Lamberto Martino, nato in Sicilia, da qualche anno è “di base” in Toscana, precisamente a Siena. Un lavoro - il suo - che deriva da una grandissima passione, ma anche dallo studio.
Conosciamo meglio Antonio, grazie a questa intervista.

Antonio, quando e perché hai deciso di fare questo lavoro? Era il tuo sogno già da bambino?
Il mio sogno era di viaggiare, a 6 anni mia nonna mi ha fatto mettere le mani in pasta, ma il mio sogno di conoscere il mondo non cedeva terreno, anzi, tutt’altro, e saper fare il pane, pizza e dolci è stato il biglietto per visitare il mondo.

Antonio Lamberto Martino 2Hai lavorato in Italia, ma anche in Europa. Che cosa hai “attinto” dalle varie esperienze in patria e all’estero?
Che non smetti mai di imparare! L’esperienza è il primo passo verso l’affermazione di sé e l’esperienza è il mezzo perfetto per mettere a confronto ciò che hai appreso in passato con ciò che stai per apprendere, più esperienze hai acquisito in passato, più sarai pronto a conoscerne di nuove, con l’unico vero e meraviglioso obbiettivo di farlo perché ami la vita nelle sue molteplici sfumature di culture e di caratteri differenti l’uno dall’altro.

Circa due anni fa ti abbiamo visto a “Bake Off Italia”. Che cosa ti ha lasciato quell’esperienza televisiva?
Come indossare un bel vestito per un matrimonio, lo metti per quella volta, poi basta. Ringrazio tantissimo questa trasmissione per aver visto me come simbolo della genuinità italiana e per aver fatto apprezzare la mia arte a milioni di persone, ma il taglio e cuci come format televisivo nella cucina non è per me, preferisco le dirette, preferisco il contatto spontaneo immediato e verace con le persone, questa è la mia cucina, questo il piacere di stare a tavola.

Perché hai scelto la Toscana come “base operativa”?
Dopo tanti viaggi avevo bisogno di fermarmi un po’ scegliendo il Chianti senese come cornice adatta per poter mettere a frutto il mio peregrinare tra Europa e studi universitari, pensavo che questa mia sosta si rivelasse temporanea, ma ad ora sono passati quasi 5 anni ed i paesaggi toscani sono diventati per me una dolce dipendenza.

A dicembre hai concluso il tuo primo libro: come è nata l’idea della pubblicazione? Ce ne parli nel dettaglio?
“La bontà del pane e tante ricette mediterranee”, edito da Mondadori, è un inno al piacere, una lode agli italiani che hanno fatto del cibo un luogo di identità e di valori.
Partendo dalla mia pasta madre ho inserito 10 ricette dedicate al pane ed a queste ho abbinato 50 ricette da sporcarsi di gusto, come fosse un corso di sommelier ho creato l’accostamento esatto tra ricette di pane e ricette di una cucina quotidiana e golosa, tutto questo porta alla convivialità, alla gioia di ritrovarsi nuovamente tutti a tavola per festeggiare il piacere supremo, quello di stare insieme, questa è la mia vita, questa è la cucina italiana.

Antonio Lamberto Martino 3Cosa ami fare nel tuo tempo libero?
Mi divido tra viaggi e studi universitari, il primo mi serve per conoscere ed entrare in contatto con la quotidianità della vita e di chi vive il mondo, il secondo è il mezzo indispensabile per dare alle persone ciò di cui si ha maggiore necessità, la conoscenza.
Irriducibilmente innamorato del sapere, mi sono iscritto all’ennesimo master universitario, Scienza della nutrizione umana, la popolarità ha per me un significato molto chiaro solo se hai qualcosa di utile da dire a chi ti segue, diversamente da questo la tua immagine non ha una funzione pubblica necessaria alla collettività, ma solo di intrattenimento, passa tempo e non rientra nel mio personaggio.
Se non sono tra le colline chiantigiane vivo in una piccola barchetta ormeggiata nel porto di Marsiglia.

Progetti per il futuro?
Ora è arrivato il momento di ridare alla vita ciò che ho ricevuto, affetto e istruzione.
Mettere a disposizione i miei percorsi universitari e la mia visibilità come bene comune da sfruttare per chi verrà dopo di me, i giovani, costruire per loro un futuro di panettieri, pizzaioli, pasticceri ed amanti della cucina consapevoli e virtuosi capaci di saper lavorare con le mani passando sempre dalla mente, è arrivato il momento di aprire il Risto-Forno, la sede sarà nel mio paese d’origine, giù in Sicilia a Torrenova, in provincia di Messina.
Una vera e propria Accademia del gusto che lega terra e cucina sotto un unico tetto, il Risto-Forno della mia Casa Vecchia, il luogo dove tutto è nato, il luogo dove tutto continuerà a nascere.

Psicologia


Coming soon