cornoltis 2 lightDopo anni passati a imbruttirsi sulla scena punk-rock e rock del nord Italia i Cornoltis decidono di “scendere finalmente in campo” gettandosi nell’agone della musica pop.

La band bergamasca dopo due lustri passati a dire scemenze sui palchi, prendere e prendersi in giro, decide di fare sul serio e di sfondare nell’olimpo della dance music.
Vessati dalla crisi economica, dalle spese condominiali, dai tassi d’interesse e da problemi relazionali all’interno della band,  decidono di fare i soldi grossi, i big money, i cash veri, prendendo a modello figure del calibro di David Guetta, Bob Sinclair, Sean Paul o Lady Gaga. Sperando che la ricchezza materiale possa arricchirli anche spiritualmente. 
cornoltis 1 lightQuale pezzo migliore allora se non una canzone d’amore?
Come nel Dolce Stil Novo il singolo prescelto parla dei sacrifici che una persona deve fare per l’Altro.
Quanto di sé bisogna cedere per ottenere l’attenzione e l’affetto altrui?
Quanta sofferenza si è disposti a tollerare in una relazione profonda?
E quello che l’Altro dà in cambio ci soddisfa? O è sempre manchevole?
E soprattutto: l’Altro è disposto ad emettere la ricevuta fiscale?
Ecco a voi: “Il mio carrozziere”. 
STREAMING: Spotify - iTunes / Apple Music
“Il mio carrozziere” è stato prodotto da Alessandro Fapanni e dai Cornoltis e registrato da Giovanni “Giò” Bottoglia negli studi di IndieBox Music Hall a Brescia.

Psicologia


Coming soon