La prima regionale del film documentario “Tonino” verrà presentata mercoledì 12 aprile nella sala conferenze di Clarisse Arte.

Il lungo lavoro di ricerca svolto da Daniele Ceccarini e Mario Molinari, è incentrato sulla figura di Tonino Guerra, intellettuale italiano che non deve essere ricordato solo come appendice di Fellini o come poeta dialettale.

Viene infatti messa in luce la sua anima profetica che lo spingeva verso la terra, l’amore per l’ambiente e la tutela di quella bellezza ritenuta il vero petrolio del nostro Paese.

Basti pensare che mentre l’Italia scopriva il fast food, lui già parlava di slow food e chilometro zero.

A presentare la prima proiezione regionale, in programma alle ore 18 e organizzata Fondazione Grosseto Cultura, sarà Luca Ceccarelli che introdurrà il documentario e dialogherà con i registi che saranno presenti alla proiezione. Nel film sono contenuti i contributi dello scrittore Luis Sepulveda, dei registi Vittorio Taviani e Giuliano Montaldo, del critico d’arte Vittorio Sgarbi, dell’imprenditore Oscar Farinetti e tante altre persone che hanno avuto modo di conoscere Tonino Guerra.

L’opera di Ceccarini e Molinari punta a restituire l’essenza dell’attività poliedrica di una persona come Guerra, un lungo viaggio di testimonianze su luoghi e opere, in modo da far emergere l’ampiezza, la profondità e la varietà del suo lavoro. A cinque anni dalla scomparsa di Tonino Guerra ecco un documentario su una delle figure più poetiche che, nelle numerose collaborazioni con il mondo del cinema, ha affiancato il suo nome a quello di grandi registi. Il film è prodotto da Paola Settimini con la collaborazione di Giovanna Servettaz.

Per info: 0564-453128 / 488547, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Psicologia


Coming soon